Dimitrios

Ex-orfano greco

Description:

FO – IN -
CO – IT +1
AG +1 AS -
DE +2 EL +1

TE +1 GI -1
RA +2 VO -

Greco 4
Turco 4

Atletica 1
Conoscenza – Costantinopoli (Rifugi) 2
Mano Lesta 2
Nuotare 1
Percezione 3
Persuadere 1
Occultare 1
Sopravvivenza (Città) 2
Sotterfugio (Nascondersi) 3
Strada (Mendicare) 3

Bio:

Nato nel 1819.

Cresciuto nelle strade di Costantinopoli tra gli orfani, nell’aprile 1830 viene usato come esca dai dervisci per penetrare in S. Giorgio e assassinare il pope Isacco. Viene salvato da Robert McIntyre e affidato alle cure dei Gesuiti per avere un’educazione cattolica e, soprattutto, non rivelare il coinvolgimento suo e dei suoi compagni nella vicenda.

Nel giugno 1830 fugge dalla casa Gesuita per poter assistere a uno spettacolo circense ma viene rapito da alcuni zingari e, tramite delle gallerie sotterranee, portato a Sulukule per essere venduto come schiavo. Dopo circa una settimana di prigionia la sua liberazione viene trattata da padreGiuseppe Castiglione che lo riporta alla casa Gesuita.

Pochi giorni dopo padre Castiglione ottiene di farlo adottare dalla vedova Madame Amelie d’Alembert.

Dimitrios ha raccontato di avere una sorella maggiore, Daphne, rapita dai dervisci Mevlevi per farne una danzatrice nel loro covo in Anatolia.

Nel novembre 1830, durante l’irruzione della polizia Ottomana a Villa d’Alembert per catturare Jonathan Wilkinson, Dimitrios viene riconosciuto come suddito Ottomano e arrestato. Il Comitato di Liberazione dei Giovani Innocenti si mobilita immediatamente.

Dimitrios

Nell'Oriente Misterioso Lanfranch Lanfranch