Jan Roothaan, il papa nero

Olandese Religioso Sacerdote Gesuita Cristiano Cattolico

Description:

Joannes Philippe Roothan, detto Jan, nasce nel 1783 ad Amsterdam, da famiglia di origini tedesche e protestanti, convertita al cattolicesimo. Bambino prodigio, completa gli studi classici in anticipo e con il massimo dei voti, e nel 1804, in piena dominazione napoleonica, viene invitato a unirsi alla Compagnia di Gesù che sopravviveva illegalmente in Russia, dopo lo scioglimento ad opera di Clemente XIV.

Nella Russia baltica diventa professore di retorica, filosofia e teologia, e diventa fluente, oltre che in olandese, tedesco, francese, latino e greco, anche in russo, polacco ed ebraico.
Nel 1814 la Compagnia viene restaurata da Pio VII, ma nel 1820 lo zar Alessandro I espelle i Gesuiti e Roothan viene esiliato, riparando prima in Svizzera e poi a Torino, dove continua la sua attività di professore, visitando spesso anche Francia, Germania, Belgio e Olanda.

Il 9 luglio 1829, alla morte di Luigi Fortis, Roothaan viene eletto Preposito Generale della Compagnia di Gesù, e prende sede a Roma. Il suo sforzo principale è quello di ricostruire e preservare lo spirito della Compagnia, e per questo ha composto numerose lettere e commentato gli esercizi spirituali di Ignazio di Loyola.

Bio:

Jan Roothaan, il papa nero

Nell'Oriente Misterioso Lanfranch Lanfranch