Regno d'Inghilterra

Il Regno d’Inghilterra è retto dal giovane re Guglielmo I, che si avvale nelle decisioni di Stato di un governo elettivo e un Parlamento, diviso in una camera dei Lord, i cui membri sono ereditari, e una camera dei Comuni, elettiva.
I due principali partiti che si contendono il voto sono i tories, conservatori, e gli whigs, i liberali.
Al momento il capo del governo è Lord Arthur Wellesley, duca di Wellington, un tory estremamente famoso per aver sconfitto Napoleone Bonaparte, salvando il regno, e ridisegnato l’Europa al Congresso di Vienna. Egli è tuttavia anziano e in molti pensano sia ora che la Storia vada avanti.
Nell’estate del 1830 si sono tenute elezioni per la Camera dei Comuni, in cui ha trionfato il partito whig. Questa situazione, unita alla recente incoronazione del re dopo la morte di suo fratello Giorgio IV ha lasciato in regno in un periodo di instabilità.
Nuove elezioni per il governo sono attese a fine anno.

La politica di Wellington è sempre stata quella di contenere i Paesi europei, specie tramite la diplomazia, evitando che emerga una nuova minaccia alla pace internazionale. Al momento la principale minaccia è quella dell’ Impero Russo, che non solo minaccia di espandersi a spese dell’ Impero Ottomano, ma si sta allargando anche in Asia, dove la corona inglese ha molti interessi commerciali tramite la Compagnia delle Indie. Un argomento molto discusso è la Rivoluzione dei Tre Giorni Gloriosi (Francia), su cui whigs e tories discutono violentemente ogni giorno dentro e fuori il Parlamento.

William iv

Affiliati:
Jonathan Wilkinson
Robert McIntyre
Richard Holmwood
Dott. William Seaward

Regno d'Inghilterra

Nell'Oriente Misterioso Lanfranch Lanfranch