Impero Russo

L’Impero Russo è retto dallo zar Nicola I, un monarca assolutista e retrogrado paragonato da molti a un sovrano medievale. Se la campagna russa non è diversa da quella europea quattro secoli fa, le dimensioni dell’Impero lo rendono uno degli Stati più potenti al mondo, estendendosi dall’Europa orientale sino all’Oceano Pacifico. Negli ultimi decenni si sta espandendo aggressivamente in Asia, ai danni dei Mongoli, della Persia e dell’ Impero Ottomano. Le mire russe sono impedite dai poteri europei, in primis l’ Inghilterra.
La Russia ha ottimi rapporti con la Repubblica Greca, il cui presidente Iohannis Kapodistrias è stato ambasciatore russo e ministro degli esteri dello zar per alcuni anni. Lo zar stesso si atteggia a imperatore di un terzo Impero romano (dopo quello di Cesare e quello bizantino di Costantino) e difensore di tutti i cristiani ortodossi.

Culturalmente la Russia potrebbe apparire un deserto, e molti europei la considerano un Paese asiatico e ignorante, ma in realtà esiste un grande dibattito tragli intellettuali russi, che rimane principalmente interno: da una parte quelli che favoriscono un’imitazione dell’Occidente e politiche liberistiche e costituzionali, e dall’altra coloro che sognano un grande Impero slavo che unisca tutta l’Europa orientale e buona parte dell’Asia, e che rifiuti la decadenza Occidentale a favore dei principi nazionalistici slavi, severi e forti. Lo zar al momento favorisce i secondi, e i liberisti sono spesso costretti a vivere in incognito, formando società segrete che complottano contro il tiranno.

Tsar nicholas i  3

Impero Russo

Nell'Oriente Misterioso Lanfranch Lanfranch